fbpx

NEBBIOGENO

CRONACA E VIDEO DEL ‘BUTTAFUORI’ TECNOLOGICO DEI LADRI

Se vuoi scoprire tutto quello che c’è da sapere sul Nebbiogeno leggi questo nostro articolo. Se, invece, ti stai chiedendo perché lo definiamo il ‘buttafuori’ tecnologico dei ladri potrai trovare le risposte in questo approfondimento con focus “Nebbiogeno Cronaca e Video” che riporta i fatti di cronaca più significativi selezionati dal 2014 in poi.

Il Messaggero ha aperto il 2019 con un lungo articolo dedicato al Nebbiogeno, ai suoi punti di forza ed al funzionamento del sistema antintrusione, antifurto e antirapina più cattivo e veloce del West. Senza ‘se’ e senza ‘ma’, è il nemico numero uno dei ladri, capace di stanare gli specialisti in spaccate notturne e non solo.

E’ stato immesso sul mercato oltre 20 anni fa, da circa 15 anni ha iniziato a diffondersi in Italia ma se ne parla sempre più di frequente più o meno dal 2016 in poi. Il vero boom di notizie di cronaca che dimostrano la sua efficacia è iniziato nel 2017 per scoppiare prepotentemente nel 2018.

Il Nebbiogeno va a ‘ruba’, siamo stati i primi a credere alle sue grandi potenzialità e, oggi, la cronaca non fa altro che confermarlo offrendoci anche interessanti spunti in video.

Ne parliamo, per dovere di cronaca, pubblicando alcuni dei migliori furti sventati in giro per l’Italia. Fornire una cronologia completa, per ovvi motivi di spazio, è impossibile.

NEBBIOGENO: CRONACA E VIDEO, PRIMI PASSI

In Italia, i siti che si occupano di cronaca hanno iniziato ‘timidamente’ a pubblicare notizie di furti sventati dal Nebbiogeno a partire dal 2014. In alcune notizie, si legge che i ladri riescono a eludere il Nebbiogeno utilizzando maschere anti-gas e faretti oppure aspettano che smetta di funzionare per entrare di nuovo in azione. Lo escludiamo: semmai i ladri potessero eluderlo in questo modo, ciò sarebbe dovuto ad un’installazione completamente errata.

Riportiamo di seguito le notizie di cronaca più significative riferite agli anni 2014, 2015 e 2016.

2014

9 luglio 2014 (veneziatoday.it)

Noale. Alle 3 di notte, i ladri hanno messo KO le telecamere di sicurezza sotto ai portici della piazza utilizzando una sorta di pertica, poi hanno forzato la porta d’ingresso dell’ottica Liziero. Appena sono entrati, il sistema di allarme ‘nebbioso’ li ha circondati e spinti alla fuga.

 

2015

6 novembre 2015 (ilrestodelcarlino.it)

Fossombrone (Pesaro e Urbino). Furto notturno sventato grazie all’impianto antintrusione ultra rapido che ha messo in fuga i ladri intenzionati a derubare il Buonristoro. Le Forze dell’Ordine sopraggiunte sul posto hanno notato l’impianto antifurto con i sensori rotti ed i fili tagliati.

2016

29 maggio 2016 (ilrestodelcarlino.it)

Castello di Serravalle (Bologna). Il Bar 500, gelateria di Paolo Rossi, viene preso di mira dai ladri per l’ennesima volta, anzi a quanto pare da un ladro solitario ripreso dalle telecamere di sorveglianza del locale. Intorno alle 3, ha oscurato tutti i lampioni davanti e dietro il centro commerciale. Armato di cacciavite e cesoie, ha spaccato il cristallo nel quadrante basso dell’ingresso. Si è allungato sul bancone per fare incetta di stecche di sigarette e gratta e vinci ma è scattato l’allarme sonoro e il Nebbiogeno. E’ riuscito ad arraffare una scia di sigarette, poche centinaia di euro. Se non fosse stato dotato di Nebbiogeno, il bar avrebbe ‘incassato’ un ammanco notevolmente superiore.

14 giugno 2016 (alessandrianews.it)

Novi Ligure. Una banda di malviventi ha agganciato ad un’auto la serranda della tabaccheria Dama con una catena usandola come traino per scardinarla. Hanno sfondato la vetrina puntando alle slot machine. Il Nebbiogeno, in pochi secondi, ha saturato il locale di una fitta coltre di nebbia impedendo ai ladri di vedere. Furto fallito.

13 dicembre 2016 (lecceprima.it)

Copertino. A distanza di un mese, una banda di ladri ha tentato nuovamente di ripulire il negozio Fashion Sport ma, stavolta, non c’è riuscita. I ladri hanno spaccato il vetro del negozio: subito dopo, colti dal panico, sono fuggiti a mani vuote inseguiti dalla nebbia. Il Nebbiogeno viene impropriamente definito ‘cortina di fumo lacrimogeno’. Non è fumo ma nebbia atossica, non è lacrimogena anche se… i ladri, in effetti, li fa piangere.

NEBBIOGENO: CRONACA E VIDEO 2017

21 marzo 2017 (modenatoday.it)

San Felice sul Panaro. In piena notte, i ladri hanno preso di mira per la 29esima volta (in 5 anni di razzie e danni) il negozio Alessio Bici. Stavolta, però, dopo aver sfondato la vetrata con l’obiettivo di rubare bici di valore, il sistema antintrusione Nebbiogeno li ha fatti scappare. Ha riempito i locali di denso fumo rendendo invisibili bici e tutto il resto.

23 dicembre 2017 (lastampa.it)

Asti. Tentato furto notturno al bowling e sala scommesse Red & Black. I ladri sono stati tanto bravi ad entrare nella saletta delle slot machine e tanto rapidi ad uscirne inseguiti dalla nebbia antintrusione. E’ scattato l’allarme e, in pochi minuti, sono intervenute pattuglie di polizia, carabinieri, guardia di finanza. E’ sopraggiunta anche un’auto a forte velocità, quella di uno dei gestori del locale allertato dall’antifurto collegato al cellulare.

20 gennaio 2017 (lanazione.it)

Firenze. Un malvivente ha tentato di introdursi al circolo Arci di San Giusto a Scandicci puntando alle slot machine ed ai contanti. Le immagini delle telecamere di sicurezza mostrano il ladro mentre scappa disorientato ed inseguito dal fumo del Nebbiogeno di cui il circolo è dotato. Un altro colpo fallito.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

NEBBIOGENO: CRONACA E VIDEO 2018

 

 3 gennaio 2018 (centropagina.it)

Acquaviva (Castelfidardo). Furto con spaccata notturno fallito per una banda di ladri che aveva preso di mira la tabaccheria Ripanti. L’antifurto Nebbiogeno ha funzionato perfettamente anche stavolta.

16 gennaio 2018 (torinooggi.it)

Torino. Fine della carriera di ladri specializzati in furti in appartamento per un torinese e un bosniaco che agivano di notte mentre i proprietari dormivano (talvolta, dopo aver usato narcotizzante). I due malviventi che razziavano preziosi, carte bancomat e chiavi delle auto con cui, poi, si davano alla fuga sono stati arrestati dalla Polizia. In un caso, mentre tentavano di introdursi nel negozio di un orafo, il Nebbiogeno li ha costretti alla fuga. Sono stati identificati grazie all’analisi di numerose immagini estrapolate dalle telecamere nei dintorni delle abitazioni delle vittime e quelle registrate in occasione dei prelievi presso gli sportelli bancomat

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

26 gennaio 2018 (ilmessaggero.it)

Chieti. Intorno alle 2,30 è partito l’assalto alla sala slot Golden Star. Tre malviventi hanno utilizzato un’auto rubata come ariete devastando la vetrata del locale. Puntavano ai videopoker e ai cambiamonete. La sirena dell’impianto di allarme si è attivata e, in pochi secondi, il Nebbiogeno ha invaso il locale di fumo atossico mettendo in fuga la banda.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

31 gennaio 2018 (rete8.it)

Colonnella e Grottammare. Una banda di ladri è entrata in azione e per due volte consecutive, nella stessa notte, ha fallito grazie al Nebbiogeno. Obiettivi: una sala slot di Grottammare dotata di nebbiogeno ed un’agenzia VLT della Admiral sempre dotata del ‘buttafuori’ tecnologico. Rapida fuga e… chi non s’è visto non ha visto.

6 febbraio 2018 (lanuovariviera.it)

Nereto. Tabaccheria Lelii salvata dalla grinfie dei ladri grazie alla nebbia antintrusione. Tre malviventi a volto coperto hanno forzato la porta d’ingresso e l’hanno aperta sotto l’occhio della telecamera di sicurezza. Investiti da una cortina di fumo hanno fatto dietrofront e sono scappati a mani vuote.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

17 febbraio 2018 (ilrestodelcarlino.it)

Acquaviva Picena (Ascoli). L’inafferrabile banda dell’Audi A8 ha tentato l’assalto alla tabaccheria Vespa d’Oro. Togliendo prima il blocco a terra della saracinesca, con una mazza i ladri hanno spaccato la scatola dell’alza-serranda elettrica collegando i fili per aprirla fino a metà. Con un piede di porco hanno forzato la porta a vetri e sono piombati nella tabaccheria-ricevitoria. Costretti a fuggire a mani vuote, dopo pochi secondi, messi in fuga dal Nebbiogeno.

26 febbraio 2018 (tmnotizie.com)

Centobuchi. Una banda di malviventi ha abbattuto con un’auto la serranda di una tabaccheria in piena notte. Tentativo andato in ‘fumo’ grazie al ‘buttafuori’ tecnologico.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

20 marzo 2018 (centropagina.it)

Osimo. Per la quarta volta, i ladri hanno preso di mira il negozio Stura elettrodomestici. Tre malviventi con volto coperto da passamontagna hanno spaccato la vetrina del negozio utilizzando un tombino. In precedenza, i ladri hanno rubato oltre 80 telefoni cellulari. In questo caso, non sono riusciti a portare via nulla perché, nel frattempo, il titolare del negozio ha installato il Nebbiogeno. Il sistema è scattato subito dopo l’effrazione, il proprietario si è precipitato al negozio e i ladri sono scappati a mani vuote.

4 aprile 2018 (ilrestodelcarlino.it)

Sassuolo. Fallito in pieno il furto ai danni del bar “Newport”. Nella notte, una banda di malviventi ha sfondato la vetrata del locale per rubare le macchinette videopoker. A sorpresa, i ladri sono stati avvolti da una fitta coltre di nebbia, densa e impenetrabile, che ha impedito loro di muoversi per mettere a segno il furto. Disorientati, bloccati nei movimenti, non hanno potuto far altro che scappare. Impossibile rubare ciò che non si vede. Non è andata bene a chi, sempre la notte del 4 aprile nelle vicinanze, non ha installato il Nebbiogeno. Il colpo alla pizzeria “Ricomincio da tre” di Formigine è stato messo a segno: i ladri sono entrati nel locale forzando la porta ed hanno portato via la cassetta dei soldi.

14 aprile 2018 (reteveneta.it)

Facca di Cittadella (Padova). Tanta fatica per entrare, tanto facile uscire. Tanto lavoro sprecato per una banda di ladri che, in piena notte, ha tentato il furto con spaccata ai danni di un concessionario di moto. Quasi sicuramente, il piano era stato studiato nei minimi dettagli ma i ladri non avevano previsto il colpo di scena che li ha messi in fuga. Sono dovuti scappare a mani vuote per due motivi: gli infissi troppo robusti hanno ritardato e infastidito l’operazione ed il sistema di allarme ha liberato fumo. Per entrare hanno divelto un cancello elettrico e sfondato un vetro blindato provocando danni di oltre 10.000 euro ma poteva andare molto peggio se avessero messo a segno il colpo. Scappare o attendere l’arrivo delle Forze dell’Ordine: a scelta.

16 aprile 2018 (torinotoday.it)

Rivarolo Canavese. La cassaforte del supermercato Lidl ci ha fatto venire in mente la lampada di Aladino. Provi a strofinarla, libera fumo e compare il ‘genio’ che manda in ‘fumo’ tutto. La ‘banda del buco’ ha fallito. E’ stata messa in fuga dal Nebbiogeno installato nella stanza della cassaforte del supermercato Lidl. I ladri hanno divelto una porta secondaria per entrare nel supermercato. Poi, hanno aperto una voragine in un muro interno raggiungendo una stanza adibita a spogliatoio per il personale. Da lì hanno tentato di arrivare alla  stanza dove è custodita la cassaforte praticando un altro buco nel muro. Tutta fatica sprecata. Nella stanza è scattato subito l’allarme che ha riempito il locale di fumo denso, impenetrabile, che li ha messi in fuga.

7 giugno 2018 (bari.ilquotidianoitaliano.com)

Bari. Una gioielleria all’interno del centro commerciale Ipercoop Santa Caterina è stata assaltata da tre rapinatori intorno alle 14,30. I ladri hanno colpito le vetrine con una grossa mazzola ma sono stati bloccati e messi in fuga dal Nebbiogeno. All’inizio, si pensava fossero stati i ladri ad accendere fumogeni per confondere clienti, personale di sicurezza e telecamere ma, in realtà, si è attivato il sistema di allarme che ha sventato il furto.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

25 giugno 2018 (lastampa.it)

Chieti Scalo. Una banda di otto ladri a volto coperto ha tentato di rubare all’interno di una gioielleria al centro commerciale Megalò. Hanno forzato la saracinesca e, saltando il bancone, hanno dovuto vedersela con un sistema antintrusione insuperabile, che ha funzionato alla perfezione. Li ha colti di sorpresa facendoli fuggire con quel poco che sono riusciti ad arraffare. Anche questo video dimostra che razza di ‘buttafuori’ è il Nebbiogeno. Insetticida atossico ma efficace

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

31 luglio 2018 (ilfaroonline.it)

Stavolta, il Nebbiogeno ha sventato un furto con spaccata al Todis di Acilia (Roma) in piena notte. Quattro ladri con passamontagna hanno forzato la serranda del supermercato con un piede di porco ed altri attrezzi. L’hanno sollevata, hanno spostato la porta automatica e sono entrati senza sapere che il Todis dispone di uno speciale sistema antintrusione volumetrico in grado di individuare l’effrazione di una o più persone e di far scattare sia la sirena sia l’impianto nebbiogeno. Contemporaneamente, scatta la telefonata alle Forze dell’Ordine con le indicazioni del luogo da raggiungere. I ladri disorientati sono stati cacciati via senza contanti e… ‘con tanti’ saluti. Anche visto da fuori, l’insetticida Nebbiogeno in azione fa il suo bell’effetto. Gli insetti non vedono… l’ora di volare via con un pugno di mosche in mano.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

23 agosto 2018 (corriere adriatico.it)

Intorno alle 11,30, si è scatenato il caos in pieno centro di Pesaro (Corso XI Settembre). Sirene spiegate, carabinieri, vigili del fuoco, una gran nebbia che fuoriusciva dalla UBI Banca, ex sede di Banca delle Marche, stato di allarme e paura, il corso chiuso per impedirne l’accesso. Incendio? Rapina? No, un test del sistema antintrusione e antifurto più efficace e attivo in commercio, a prova di ladro nel 98% dei casi. Prove tecniche di trasmissione, anzi di ‘emissione’ del Nebbiogeno appena installato in banca. Si è scatenato il delirio in centro e il test è andato fin troppo bene (intervento fulmineo delle Forze dell’Ordine).

3 settembre 2018 (osimooggi.it)

Castelfidardo. In piena notte, una banda di 5 malviventi, probabilmente dell’Est Europa, è entrata in azione con fare militare prendendo di mira la stazione di servizio Q8 sita sulla provinciale Jesina. E’ stata assaltata con una ruspa. L’allarme con Nebbiogeno e l’immediato intervento sul posto di pattuglie dei Carabinieri e del Nucleo operativo hanno mandato in fumo i piani della banda (messa in fuga) salvando il bottino.

22 settembre 2018 (ilmattino.it)

Montoro (Avellino). Una volta di più, è calata la nebbia sull’ennesimo tentativo di furto. Due ladri hanno forzato la porta d’ingresso di un negozio di elettronica con un piede di porco, intenzionati a compiere un maxi furto ma tutto è andato… in fumo. In pochissimi secondi, dai soffietti della parete si è liberata tanta di quella nebbia artificiale (e atossica) che li ha fatti scappare. Hanno faticato un po’ per ritrovare la via d’uscita, giusto in tempo per sottrarsi all’arrivo delle Forze dell’Ordine.

05 ottobre 2018 (udinetoday.it)

Udine. Il Twin Bar di via Grado è stato ‘visitato’ dai ladri penetrati nella notte nel locale dopo aver sfondato la vetrata. Il bar ha subito 5 colpi in 5 anni per i soliti obiettivi: gettoniere delle slot machine e fondo cassa. Stavolta, ad aspettare i ladri all’interno c’era la nebbia artificiale che li ha messi in fuga dopo pochi secondi dall’effrazione.

12 ottobre 2018 (bresciasettegiorni.it)

Palazzolo (Brescia). In piena notte, i ladri hanno sfondato la porta d’ingresso con spranghe e martelli intenzionati a ‘ripulire’ il bar Café Dulcamara. Pochi secondi dopo l’effrazione, è scattato l’allarme che ha subito attivato il dispositivo nemico numero uno dei ladri. Il locale è stato avvolto da una fitta coltre di nebbia atossica, i ladri hanno tentato invano di trafugare monete dalle slot machine ma nella fitta nebbia erano completamente disorientati. Sono scappati a gambe levate e mani vuote. I proprietari del bar, in precedenza, avevano subito tre furti, poi hanno deciso di investire nella tecnologia più avanzata sviluppata per la sicurezza: il Nebbiogeno che grazie ad un sensore rileva i movimenti. Questo sistema antifurto e antintrusione ha sventato gli ultimi due (ulteriori) tentativi di furto ai danni del bar.

15 ottobre 2018 (gazzettadiparma.it)

Sanguinaro. Un ladro si è introdotto in un bar strisciando dietro al bancone e raggiungendo la cassa. Tutto questo per eludere il sistema di videosorveglianza ed evitare che i sensori avvertissero la sua presenza. Un’illusione durata pochi minuti perché qualcosa è andato storto… un movimento di troppo ha fatto scattare l’allarme e il bar è stato invaso dal fumo.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

20 ottobre 2018 (traniviva.it)

Abato. Tentato furto notturno ai danni del bar tabacchi White Cafè. I ladri con i volti coperti da calzamaglia e passamontagna hanno sfondato saracinesca e vetrina ma sono stati colti di sorpresa dal nuovo sistema di difesa del locale. Il Nebbiogeno ha impedito ai ladri di vedere costringendoli a fuggire a mani vuote poco prima che sopraggiungessero le Forze dell’Ordine.

5 novembre 2018 (ilrestodelcarlino.it)

Campiglione. Dopo due colpi subiti a Porto Sant’Elpidio (una rapina e un furto), la catena di negozi Moda con Amore non ha cambiato attività, ha cambiato sistema di sicurezza. Il terzo colpo è stato sventato perché hanno scelto di installare all’interno del negozio di Campiglione il sistema antifurto e antintrusione che non perdona, il Nebbiogeno. Due ladri hanno forzato la porta d’ingresso, sono entrati, hanno ripulito la cassa trovando soltanto 150 euro e sono andati a caccia della cassaforte. Dopo pochi secondi, è scattato l’allarme che ha attivato il sistema riempiendo il locale di fumo. Ha disorientato completamente i ladri e li ha messi in fuga. Stavolta, i malviventi non hanno potuto portare via l’unità della videosorveglianza perché con questo sistema antifurto le immagini vengono trasmesse direttamente nel PC di casa del titolare del negozio.

18 dicembre 2018 (lanuovariviera.it)

Sant’Egidio alla Vibrata. Thrilling per una gang di ladri che, prima ha colpito una concessionaria rubando una Giulietta, poi con l’auto prelevata si è diretta in un bar di via Kennedy lanciandosi contro la vetrina. I ladri hanno tentato di farsi largo nel locale ma è scattato l’antifurto e la nebbia li ha messi in fuga. Per pochi secondi, non hanno incrociato l’auto dei carabinieri sopraggiunta in pochissimo tempo sul posto.

NEBBIOGENO: CRONACA E VIDEO 2019

 4 gennaio 2019 (tvqui.it)

Campogalliano. Furto notturno con spaccata sventato al Bar Sport. Una volta sfondate le vetrate, i ladri si sono diretti verso le slot machine intenzionati ad impossessarsi dei soldi all’interno delle macchinette ma si sono dileguati nella nebbia.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

17 gennaio 2019 (telebari.it)

Bari. In piena notte, una banda di ladri ha fatto irruzione nel bar di un distributore Q8, tra Bari e Bitonto (SS98). Il piano dei ladri (svuotarlo di contanti e sigarette) è ‘sfumato’ in una manciata di secondi. Sono arrivati a bordo di una vecchia Mercedes e con quella sono scappati subito dopo, messi in fuga dall’antifurto Nebbiogeno installato all’interno del locale.

SCANSIONA IL QR CODE E GUARDA IL VIDEO

23 febbraio 2019 (lanazione.it)

Montecatini. Nuovo assalto alla tabaccheria tra via Tripoli e via Cividale (il terzo in 3 anni). Di notte, due ladri a volto coperto hanno spaccato una porta a vetri con un tombino e un’ascia in pochi secondi. Si sono impossessati di un registratore di cassa contenente 400-500 euro, ma l’obiettivo numero uno era aprire la cassaforte che conteneva ben altra cifra. Come confermano le immagini estrapolate dalle telecamere di sorveglianza, non sono riusciti a legare il tubo di gomma (visibile dal retro della macchina) alla cassaforte per forzarla tirandolo con l’auto. Il Nebbiogeno ha impedito ai ladri di mettere in atto il piano facendoli fuggire.

Questi sono solo alcuni dei furti sventati grazie al nebbiogeno.

Per saperne di più, contattami al 800967078

O

info@piusicurezza.com

Francesco Ciano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu