fbpx

Smart Security e Video Analisi: campi di applicazione di un patrimonio informativo

Dallo Smart Building Report 2021 realizzato da Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano si apprende il significato esteso di smart building. Viene definito come un edificio i cui impianti sono gestiti in modo intelligente ed automatizzato adottando un’infrastruttura di controllo e supervisione per ridurre al minimo il consumo energetico, garantire sicurezza, comfort e salute degli occupanti integrando il sistema elettrico. Facciamo questa premessa importante per introdurre il tema del nostro focus: Smart Security e Video Analisi, il cuore della sicurezza per lo smart building.

Lo studio riporta una cifra importante: 7,67 miliardi di euro di investimenti fatti in Italia nel 2020 per lo smart building a livello commerciale e residenziale. Questo investimento testimonia l’importanza degli edifici smart soprattutto in termini di sicurezza e video analisi. Ogni progetto urbanistico da presentare per un nuovo edificio deve riguardare il contesto urbano ed interessare anche la riqualificazione degli spazi circostanti che valorizzino l’ambiente. E’ questa la parte che ci interessa visto che serve a gestire i servizi associati al mondo della videosorveglianza e della video analisi che, oltre ad incrementare la sicurezza, aumentano il valore dell’immobile nell’ambito della Smart City.

Smart Security e Video Analisi: sicurezza e patrimonio informativo

Soffermiamoci sugli edifici commerciali: oltre a garantire sicurezza, i sistemi di videosorveglianza e video analisi utilizzati all’esterno degli edifici raccolgono dati preziosi che perfezionano l’uso degli spazi e servono al business.

L’analisi dei flussi di persone consente di conteggiare ma anche di classificare gli individui che transitano in determinate aree in base a parametri come età e sesso. Le informazioni raccolte, nel pieno rispetto della privacy, costituiscono un patrimonio informativo in termini di business. I sistemi di sicurezza uniti alla video analisi permettono di ottenere le cosiddette impression, ovvero indicazioni sui potenziali clienti che si fermano davanti alla vetrina di un’attività commerciale. Il patrimonio dei dati gestito dall’azienda è un valore aggiunto anche di tipo immobiliare. Pensiamo a tutte quelle attività commerciali (uffici, negozi) che fanno parte di edifici a corredo di abitazioni. Analisi come quelle della mobilità o del camminamento o del parcheggio (rese comunque anonime per questioni di privacy) possono essere sfruttate da chi gestisce lo smart building per creare un vero e proprio marketing degli spazi.

Il patrimonio informativo non si limita, di certo, al marketing. I mezzi tecnologici da sfruttare (analisi dei dati, computer vision) in termini di sicurezza perimetrale ed interna agli edifici possono essere utilizzati anche per il pronto intervento se necessario. Il mondo della Smart Security e Video Analisi sta lavorando anche per questo: punta ad analisi rapide delle immagini per monitorare eventi individuando tempestivamente ciò che accade in un determinato momento.

Nel prossimo futuro, si prevede di veicolare immagini e dati dagli edifici smart alla PA, ad esempio per migliorare la gestione di giardini e strade che confinano con gli immobili per garantire una viabilità più fluida e maggior sicurezza ai cittadini.

Smart Security e Video Analisi: telecamere intelligenti e sensoristica

Le telecamere intelligenti che, a differenza di quelle tradizionali, consentono di effettuare video analisi accurate necessitano di una componente infrastrutturale importante: la connessione in fibra.

I dispositivi smart di videosorveglianza possono funzionare al meglio con una larghezza di banda significativa e devono operare in base a determinate autorizzazioni (anche in termini di municipalità) da richiedere obbligatoriamente.

Bisogna occuparsi anche della sensoristica sfruttando coperture già esistenti in diverse città all’avanguardia come Milano. Per aziende ed amministratori di condominio si lavora su soluzioni in grado di garantire maggior sicurezza all’interno di edifici smart da valorizzare, andando anche oltre la videosorveglianza. Tanto per fare un esempio: l’apertura automatica di un cancello con il riconoscimento della targa dell’auto.

Videosorveglianza e Video Analisi sono i punti cardine su cui si fonda la valorizzazione degli edifici: la telecamera è uno strumento fondamentale in questo senso.

Probabilmente, la futura Smart City necessiterà di un più ampio ecosistema di sicurezza urbana integrata sempre più intelligente in cui gli strumenti a presidio degli edifici e delle aree circostanti (sensoristica di qualsiasi tipologia, tra cui antintrusione) potranno essere collegati a sistemi di connessione differenti dalla fibra nei casi in cui non sia necessario trasmettere un’enorme mole di dati. In tal caso, si entra nel mondo dello IoT.

Video Analisi Smart: campi di applicazione

A differenza delle telecamere classiche (che sono in grado soltanto di riprendere e registrare immagini) quelle intelligenti consentono l’uso della Video Analisi in contesti cittadini ed aziendali in 3 principali ambiti di applicazione:

  • Prevenzione di eventi negativi;
  • Ottimizzazione dei processi;
  • Protezione degli individui.

La Video Analisi Smart resa possibile da telecamere intelligenti migliora la sicurezza di persone e strutture ottimizzando ogni processo in modo strategico grazie all’utilizzo di un’enorme mole di dati.

Ecco quali sono i campi di applicazione della Video Analisi:

  • Segnalazione di situazioni anomale (soggetto armato, macchinario in surriscaldamento, accesso non autorizzato). La telecamera smart procede al riconoscimento facciale o della targa dell’auto ed invia la segnalazione. Il monitoraggio dell’intera area da proteggere può essere effettuato anche creando perimetri di sicurezza e limitando il numero di telecamere;
  • Raccolta dati non strutturati (immagini, testi, numeri di targhe) da trasformare in informazioni. Ad esempio, si può installare una telecamera intelligente sui semafori per controllare il transito dei veicoli per migliorare la viabilità;
  • Ottimizzazione strategica dei processi per migliorare un’attività commerciale, industriale, produttiva. Ad esempio, si può effettuale l’analisi del numero di soggetti ripresi in un determinato luogo, ora e giorno per studiarne l’affluenza ed orientare i servizi in quei momenti oppure, in ambito industriale, si sfrutta il sistema di video analisi per il controllo della qualità;
  • Prevenzione di eventi negativi e pericoli per evitare situazioni rischiose attraverso segnali acustici o altri sistemi. Il tutto viene gestito direttamente dalla telecamera intelligente, dotata di una propria capacità elaborativa. Non servono, quindi, infrastrutture centralizzate per analizzare flussi video. Un paio di esempi: individuazione di persone senza mascherina che violano le norme anti-Covid in luoghi affollati con invio di voce registrata che invita ad indossare il dispositivo di protezione oppure invio di allarme ad un operaio troppo vicino ad un macchinario all’interno di una fabbrica.

Non chiamiamola più soltanto ‘videosorveglianza’. Nelle Smart City, le telecamere intelligenti consentono di attuare una vera e propria data driven governance rivoluzionando processi e modelli operativi. Un valore aggiunto che non solo aumenta il valore di un immobile ma la qualità della vita.

Francesco Ciano

Francesco Ciano

Fonte: www.internet4things.it

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti sul mondo della sicurezza.

COMPLETA LA TUA ISCRIZIONE.

Riceverai a questo indirizzo una e-mail per la conferma di iscrizione