fbpx

BONUS SICUREZZA 2022: COME PROTEGGERE LA TUA CASA RISPARMIANDO LA METÀ

Tornano i furti a raffica nelle abitazioni in tutta Italia. Oggi più che mai è necessario rendere più sicura la propria casa: il rischio furti in casa (che sfociano anche in rapine, in presenza dei proprietari) è elevato e non interessa soltanto il periodo delle ferie estive. Il Bonus Sicurezza 2022 confermato dalla Legge di Bilancio garantisce una detrazione fiscale del 50% per l’installazione di sistemi antifurto, allarmi e videosorveglianza nelle abitazioni con un tetto massimo di 96.000 euro.

Questa grande opportunità di dimezzare le spese per tutto l’anno 2022 è rivolta a contribuenti privati soggetti al pagamento Irpef e titolari di impresa con partita IVA.

Per accedere all’agevolazione non serve avere una ristrutturazione in corso come per altri incentivi fiscali.

A chi spetta il Bonus Sicurezza 2022?

Quali sono i requisiti per ottenerlo?

Quali spese rientrano nell’incentivo e come fare domanda?

BONUS SICUREZZA 2022: A CHI SPETTA, REQUISITI PER OTTENERLO

Hanno diritto al Bonus Sicurezza 2022 per la casa tutti i contribuenti privati soggetti ad Irpef (residenti o meno in Italia) ed ai titolari di impresa con partita IVA proprietari dell’immobile oggetto degli interventi.

In dettaglio, possono richiedere il bonus i seguenti soggetti:

  • proprietari dell’immobile;
  • familiari conviventi (inclusi i conviventi more uxorio e coniugi separati) del proprietario dell’immobile a patto che documentino le spese sostenute per gli interventi;
  • inquilini in affitto (dopo aver ricevuto la dichiarazione di consenso del proprietario dell’immobile);
  • comodatari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (abitazione, comodato d’uso gratuito, usufrutto);
  • soci di cooperative;
  • ditte individuali, imprese familiari, società semplici in nome collettivo, società in accomandita semplice.

Questi soggetti devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere in regola con i pagamenti IMU;
  • sostenere effettivamente le spese.

GLI INTERVENTI AMMESSI NEL BONUS SICUREZZA 2022

Le spese ammissibili per ottenere il bonus si riferiscono ai lavori di installazione dei seguenti impianti e sistemi di sicurezza:

  • porte blindate;
  • sistemi di allarme;
  • impianti antintrusione e antifurto;
  • videosorveglianza professionale a circuito chiuso (TVCC);
  • impianti di rilevazione incendi, evacuazioni e controllo fumi;
  • sistemi di controllo degli accessi, dispositivi di protezione da allagamenti e fughe di gas;
  • sistema antintrusione, antifurto e antirapina nebbiogeno.

Oltre ai costi di acquisto e di installazione degli impianti, rientrano tra le spese ammissibili anche:

  • sopralluoghi e perizie da parte di un tecnico;
  • progettazione del sistema da installare.

DETRAZIONE FISCALE DEL 50%, IMPORTI PREVISTI, PAGAMENTI TRACCIABILI

Il Bonus Sicurezza 2022 garantisce una detrazione fiscale del 50% delle spese ammissibili sostenute per l’acquisto, la progettazione e l’installazione di sistemi di allarmi e antifurti finalizzati a potenziare la sicurezza della casa. Tale detrazione è valida per spese fino ad un tetto massimo di 96.000 euro: il rimborso viene suddiviso in 10 rate annuali di pari importo in sede di dichiarazione dei redditi.

Per fruire del Bonus Sicurezza 50%, il pagamento deve essere effettuato necessariamente con metodi tracciabili (carte di credito/debito, bancomat, bonifico bancario o postale parlante).

Al momento del bonifico, è essenziale inserire i seguenti dati:

  • codice fiscale del beneficiario del bonus;
  • partita IVA/codice fiscale del professionista o della ditta che esegue gli interventi;
  • causale del versamento inserendo la normativa di riferimento (art. 16-bis del Dpr 917/1986);
  • numero e data della fattura, importo complessivo.

Il soggetto che esegue il bonifico deve essere lo stesso che richiederà ed otterrà la detrazione del 50%.

Nella denuncia dei redditi bisognerà riportare i dati catastali dell’immobile oggetto degli interventi allegando i documenti dei lavori da conservare con cura.

COME FARE DOMANDA

Per fruire del Bonus Sicurezza 2022 casa non occorre presentare alcuna domanda in quanto la detrazione fiscale del 50% scatta automaticamente una volta compilata e presentata la dichiarazione dei redditi inserendo tutti i dati descritti nel paragrafo precedente

Francesco Ciano

sistemi antintrusione torino

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti sul mondo della sicurezza.

COMPLETA LA TUA ISCRIZIONE.

Riceverai a questo indirizzo una e-mail per la conferma di iscrizione